201707.24
Off
0

Obbligo di presentazione del Modello Redditi PF per gli stranieri non residenti che hanno proventi dalla locazione del proprio immobile in Italia

Gli stranieri non residenti che percepiscono somme derivanti dalla locazione del proprio immobile situato in Italia (oltre a effettuare le comunicazioni dei nominativi dei turisti alla Polizia di Stato e oltre a corrispondere al Comune l’ ”imposta di soggiorno” eventualmente stabilita) sono tenuti a dichiarare tali proventi attraverso la presentazione del Modello Redditi PF (vanno indicati  tra i “redditi fondiari” ex artt. 25 – 43 TUIR 917/86).

In particolare, circa i cittadini Inglesi, la Convenzione di Pallanza  tra Italia e Regno Unito del 1988, all’Articolo 6 (Redditi immobiliari) prevede che “i redditi che un residente di uno Stato contraente ritrae da beni immobili ….situati nell’altro Stato contraente sono imponibili in detto altro Stato“.

É possibile pagare le imposte in maniera fissa con la c.d “cedolare secca” (l’aliquota è del 21% sui canoni percepiti).

Il termine per il pagamento delle imposte 2016 è scaduto il 30.06.2017; tuttavia c’è la proroga al 31.07.2017 con ravvedimento (mediante il pagamento di una maggiorazione del 0,4%).

Se non fossero mai state presentate dichiarazioni dei redditi per gli anni pregressi è sempre possibile rimediare con la presentazione di dichiarazioni tardive (con ravvedimento specifico anno per anno).

Oltre il saldo delle imposte dell’anno precedente, occorre pagare l’acconto per l’anno in corso. Pertanto, a titolo esemplificativo, in caso di redditi da locazione del 2016 per € 10.000, la cedolare secca (21%) è di € 2.100; a questo importo bisogna aggiungere il 40% a titolo di acconto (pari a € 840): pertanto ci andrebbero a pagare €2.940 (oltre lo 0,4% su 2.100).